Bonifiche Ferraresi

  • contatti
menu mobile menu mobile

Ai sensi dell’art. 12 dello Statuto, la Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione formato da non meno di sette e non più di undici componenti, eletti dall’Assemblea degli Azionisti sulla base di liste con le modalità indicate nel seguito. Almeno un componente del Consiglio di Amministrazione, se questo è formato da sette componenti, ovvero almeno due componenti dell’organo, se questo è formato da più di sette componenti, devono possedere i requisiti di indipendenza previsti dalla legge per i componenti del Collegio Sindacale. Il numero dei Consiglieri, entro i limiti sopra fissati, viene determinato dall’Assemblea ordinaria prima di procedere alla loro elezione con il voto di lista; tale numero rimane fermo sino a diversa deliberazione dell’Assemblea.
Ciascuna lista può essere presentata da uno o più Azionisti che, nel complesso, risultino titolari di azioni con diritto di voto nell’Assemblea ordinaria per una quota di capitale almeno pari al 2,5%, o all’eventuale diversa soglia che la Consob dovesse stabilire con regolamento. Con delibera n. 19109 del 28 gennaio 2015, la Consob ha da ultimo determinato nel 2,5% del capitale sociale la quota di partecipazione richiesta per la presentazione delle liste di candidati per l’elezione dell’organo di amministrazione dell’Emittente. La titolarità della quota minima di partecipazione prevista è determinata avendo riguardo alle azioni che risultano registrate a favore del socio nel giorno in cui le liste sono depositate presso la società. La relativa attestazione può essere prodotta anche successivamente al deposito purché entro il termine previsto per la pubblicazione delle liste da parte della Società. Nell’avviso di convocazione dell’Assemblea è indicata la quota di partecipazione per la presentazione delle liste. Ciascuna lista può contenere un massimo di undici candidati, ordinati secondo una numerazione progressiva e con l’indicazione dell’eventuale possesso dei requisiti di indipendenza sopra citati.
Al fine di assicurare l’equilibrio dei generi all’interno del Consiglio, almeno un terzo dei Consiglieri deve appartenere al genere meno rappresentato. A tale scopo, ciascuna lista, a meno che sia formata da uno o due elementi, dovrà essere composta in modo tale che, se essa risultasse la più votata, i Consiglieri dello stesso genere costituiscano almeno un terzo dei componenti del Consiglio. In relazione a ciò, dovrà tenersi conto anche dell’ordine in cui i candidati sono inclusi nella lista.
Ciascun Azionista può presentare o concorrere a presentare una sola lista; ciascun Azionista può votare una sola lista; ciascun candidato può essere indicato in una sola lista a pena di ineleggibilità; chi presenta o concorre a presentare una lista non può essere contemporaneamente candidato in un’altra lista, a pena di ineleggibilità. Le liste, sottoscritte da tutti coloro che le presentano, devono essere depositate presso la Sede sociale entro il venticinquesimo giorno precedente la data dell’assemblea chiamata a deliberare sulla nomina dei componenti del consiglio di amministrazione e messe a disposizione del pubblico presso la sede sociale, sul sito internet e con le altre modalità previste dalla Consob almeno ventuno giorni prima dell’assemblea. Insieme alle liste vengono depositati: a) le dichiarazioni con cui ciascun candidato accetta la propria candidatura e attesta, sotto la propria responsabilità, l’inesistenza di cause di ineleggibilità ed incompatibilità nonché il possesso dei requisiti di onorabilità e di ogni altro requisito necessario per l’assunzione della carica ai sensi di legge e di statuto; i candidati che soddisfano anche i requisiti di indipendenza sopra citati attestano altresì il possesso di tali requisiti; b) i curricula vitae riguardanti le caratteristiche personali e professionali dei singoli candidati; c) le informazioni relative all’identità dei soci che hanno presentato le liste, con l’indicazione della percentuale di partecipazione complessivamente detenuta. Le liste per le quali non siano state osservate in tutto o in parte le modalità sopra descritte si considerano come non presentate.
Ai sensi dell’art. 13 dello Statuto, in sede di votazione, risulteranno eletti Amministratori i candidati della lista che avrà riscosso il maggior numero di voti, secondo il loro ordine progressivo di elencazione e sino a concorrenza del totale degli Amministratori da eleggere meno uno. L’Amministratore mancante sarà eletto dalla lista risultata seconda per numero di voti ottenuti (nel prosieguo: lista di minoranza) e coinciderà con il primo dei nominativi in essa elencati in ordine progressivo. In caso di parità di voti tra più liste di minoranza, si procederà a una votazione di ballottaggio da parte dell’intera Assemblea sui nominativi elencati per primi in dette liste: risulterà eletto il nominativo che otterrà il maggior numero di voti. Qualora dovesse persistere una parità di voti, risulterà eletto il candidato più anziano d’età.
Come previsto dall’art. 14 dello Statuto, la lista di minoranza non deve risultare collegata in alcun modo, neppure indirettamente, con i soci che hanno presentato o votato la lista che ha ottenuto il maggior numero dei voti.
Ai sensi dell’art. 15 dello Statuto, ove sia stata presentata e/o votata un’unica lista, risulteranno eletti i candidati ivi iscritti, secondo il loro ordine d’elencazione e sino a concorrenza del totale degli Amministratori da eleggere. La nomina degli Amministratori che per qualsiasi ragione non sia stato possibile eleggere con il procedimento per voto di lista descritto negli artt. 12, 13 e 14 dello Statuto sarà deliberata dall’Assemblea con le normali modalità e maggioranze di legge, fermo restando in ogni caso il rispetto della proporzione tra generi prevista per legge.
Ai sensi dell’art. art. 20, comma 2, dello Statuto, alla sostituzione degli Amministratori che cessano dall’ufficio provvedono, con deliberazione approvata dal Collegio sindacale, gli Amministratori rimasti in carica, purché la maggioranza di essi sia stata nominata dall’Assemblea, fermo restando in ogni caso il rispetto della proporzione tra generi prevista per legge; altrimenti, gli Amministratori rimasti in carica devono convocare l’Assemblea perché provveda alla sostituzione dei mancanti, fermo restando in ogni caso il rispetto della proporzione tra generi prevista per legge.
Il Consiglio attualmente in carica è composto da 7 membri - di cui 2 indipendenti - nominati dall’Assemblea ordinaria dei Soci tenutasi in data 28 aprile 2017, sulla base dell’unica lista di candidati presentata dal Socio di maggioranza B.F. Holding, la quale ha ottenuto n. 6.181.586 voti favorevoli, pari al 99,99% del capitale votante. 
Il Consiglio è composto dai signori: Rossella Locatelli (Presidente), Federico Vecchioni (Amministratore Delegato), Giovanni Canetta Roeder, Nathalie Francesca Maria Dompé, Alessandro Nova (Amministratore indipendente), Valeria Petterlini e Alberto Antolini (Amministratore indipendente).
Il Consiglio così costituito rimarrà in carica sino alla data dell’Assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo al 31 dicembre 2019.

Bonifiche Ferraresi S.p.A. Società Agricola - Sede legale e amministrazione centrale Via Cavicchini, 2 - 44037 Jolanda di Savoia (FE)
Capitale versato € 8.111.250 – REA di Ferrara 7426 – Iscrizione al Registro delle Imprese di Ferrara CF/PI 00050540384
Note legali | Privacy e Cookie Law

Questo sito utilizza cookie, per saperne di più clicca qui. Cliccando su ok accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.